tatau app cinema

TaTaTu – Lancio dell’App in Italia

Il 06/03/2019 è stata presentata a Roma l'app TaTaTu che permette ad ogni individuo di guadagnare semplicemente vedendo dei film. Per L'occhio del cineasta Laura Capuano ha partecipato alla serata evento.

https://www.youtube.com/watch?v=f-VVDzaV4lk

Tatau – L’App per guadagnare con il cinema

Arriva la versione italiana dell’atteso social dedicato agli appassionati di cinema e d’intrattenimento TaTaTu, piattaforma gratuita che permette agli utenti di guadagnare denaro guardando contenuti video.

“Più guardi e più guadagni”, questo è il motto della piattaforma già presente negli Stati Uniti, Regno Unito, Nuova Zelanda, Repubblica Ceca, Canada e Australia, prodotta in collaborazione con Triboo da Andrea Iervolino, CEO di TaTaTu e produttore di oltre ottanta film di fama mondiale.

Grazie ad un token, il TTY coin, gli iscritti alla piattaforma potranno guadagnare attraverso la visione di film, musica, sport e game, cumulando moneta per ogni secondo di contenuto visionato e scambiare la cripto valuta con sconti veri su alcuni dei brand più diffusi sul mercato.

Alla presentazione stampa ed al party organizzati per il lancio italiano, a Roma presso gli STUDIOS, hanno partecipato Michael Madsen, Antonio Banderas e molti altri volti noti del mondo dello spettacolo.

Tatatu

Banderas è stato pagato in TTU Coin per il suo ruolo nel film Lamborghini, inaugurando un nuovo modello di business nel mondo dell’entertainment e divenendo supporter di TaTaTu.
La promessa è di riuscire ad aggiungere alle oltre 5000 ore di contenuti in film, musica, sport e game già online, un nuovo film ogni giorno e sei titoli nella library ogni settimana.

Tra i partner italiani al progetto c’è Samsung; la piattaforma verrà gestita da Triboo, una Digital Transformation Factory che offre servizi di consulenza, E-Commerce, Media & Advertising, ed a realizzarla è stato Jonathan Pullinger con un investimento pare di 100 milioni di dollari.

Un progetto ambizioso che mira a rivoluzionare il modello di mercato che tutti conosciamo, creando un sistema di generazione di valore che premi produttori e fruitori, ampli l’offerta e permetta una gestione dei diritti dei dati (DRM) trasparente ed efficiente.

La piattaforma è stata progettata utilizzando una tecnologia blockchain, che permetterà tra le altre funzionalità di tenere sotto controllo attività fraudolente o di speculazione. La pubblicità che passerà in video sarà curata direttamente per la piattaforma, e si attende il lancio di una versione TV.

Al momento la piattaforma è scaricabile da Apple Store e su Android e ne esiste una versione Mobile. La versione beta ha già fatto registrare 1 milione d’iscritti, e ci si aspetta di quintuplicare le iscrizioni in poco tempo.

L’idea della piattaforma è venuta al CEO Andrea Iervolino parlando di social con sua madre e poi con un ragazzino americano, da lui è venuta l’illuminante idea di premiare con un guadagno personale i fruitori di contenuti media che condividendo video e musica contribuiscono alla diffusione e promozione di prodotti d’intrattenimento.

Tatatu Roma (Photo by Daniele Venturelli )

Un TaTaTu token varrà 25 centesimi e per le aziende interessate a fare pubblicità sulla piattaforma sarà disponibile una registrazione agile. Il token permetterà l’acquisto di annunci pubblicitari sulla piattaforma, l’accesso al DRM e di ricevere ricompense da parte dei propri amici.

“Quello che mi piace di questa piattaforma – ha dichiarato Micheal Madsen – è che questo progetto porta fiducia al mondo del cinema. Quando ho iniziato io non c’era questo tipo di possibilità e molti film che sono poi stati dei grandi successi sono inizialmente passati in sordina. Ma allora esisteva la fiducia tra attori, produttori e nel sistema produttivo, una fiducia che oggi manca. E questo è ciò che volevo dire ad Andrea, che è una persona di cui mi fido. Il mio manager mi ha presentato a lui in un momento in cui non avevo più voglia di fare cinema perché mi sentivo solo, un cow boy.”

“I miei migliori auguri Micheal – Andrea Iervolino – che ha appena finito di girare con Quentin Tarantino.”

“Quando ho conosciuto Quentin – Micheal Madsen – nessuno credeva in lui, è un esempio perfetto della difficoltà di essere apprezzati in questo mondo.”

Se volete iscrivervi alla piattaforma, vi invito ad accedere qui

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter