Pets – Vita da Animali

Titolo Originale The Secret Life of Pets

Anno: 2016

Paese: Stati Uniti d’america

Lingua:Inglese

Genere animazione

CAST TECNICO

Regia Chris Renaud, Yarrow Cheney

Sceneggiatura  Ken Daurio, Brian Lynch, Cinco Paul

Montaggio Ken Schretzmann

Casa di Produzione: Universal Pictures, Illumination Entertainment

Durata: 1h 27min

CAST ARTISTICO

Louis C.K.

Eric Stonestreet

Kevin Hart

Jenny Slate

Ellie Kemper

Pets – Vita da Animali: La recensione

Il nostro amore è più grande delle parole e delle scarpe. Siamo io e lei contro il mondo.

(cit. Pets)

Gli animali sono da sempre fedeli compagni dell’uomo, dai classici cani e gatti ad esemplari più esotici e particolari, comunque sempre leali e disposti a stare al fianco dei padroni in qualsiasi occasione. Ma cosa succede quando l’animale domestico è solo, non abbandonato ma semplicemente in attesa che il padrone torni a casa?

Pets

Pets risponde a questo interrogativo, mostrandoci scorci di varie vite di animali (soprattutto cani, ma anche gatti, pappagalli e, perché no, un porcellino d’india) che, in assenza dell’adorato bipede, diventano padroni indiscussi dell’appartamento.

Trama

Manhattan, un tellier di nome Max è super amato dalla sua padroncina fino a quando lei porterà a casa un nuovo trovatello Duke, un gatto randagio che in maniera egoistica prenderà il possesso degli oggetti appartenuti unicamente a Max. Come andrà la convivenza?

Analisi Filmica

Non si pensi che questo lungometraggio animato sia una sorta di simpatico docufilm, perché già dopo i primi minuti la vita di Max, il piccolo protagonista con la voce di Alessandro Cattelan (nell’originale del comico Louis C.K.), verrà “sconvolta” dall’arrivo di Duke e dalle avventure che il grosso meticcio (doppiato in italiano da Pasquale Petrolo e, nell’originale, da Eric Stonestreet) porterà con sé.

Mentre i due protagonisti saranno impegnati a cercare la strada di casa sfuggendo agli “Sciacquonati” (una gang di animali randagi che abita le fogne di New York), i loro vicini di casa intraprenderanno un’avventura parallela, alla loro ricerca.

Il film, della durata di 96 minuti, intrattiene sia il pubblico più giovane che i loro accompagnatori adulti, fornendo gag classiche ma non banali e tenendo tutti col fiato sospeso in alcuni punti, per quanto sia scontato il lieto fine tipico dei film per bambini.

La scenografia del film, affidata a Eric Guillon, alterna i dettagliati interni delle varie abitazioni a inquadrature mozzafiato degli esterni newyorkesi, fedelmente rappresentati e capaci di incantare qualsiasi spettatore.

I registi, Chris Renaud e Yarrow Cheney, riescono quindi a regalare alla Illumination Entertainment un prodotto di tutto rispetto, che permetterà alla casa produttrice di allontanarsi dal fortunato trend dei Minion, tanto amati da alcuni quanto mal sopportati da tutti gli altri.

Chi ama i cani fa cose eccentriche e strane tipo avere cani invece che gatti. Se non fai qualcosa, la tua vita con la tua stupida umana finirà! – Non è nessuno, è solo una visita, se ne andrà presto.

(cit. Pets)

Pets – Vita da Animali

Note positive:

  • Adatto a tutti
  • Grafica accattivante
  • Lancia messaggi importanti per i bambini come l’amicizia e l’importanza di dare affetto agli animali, senza abbandonarli a sé stessi una volta passata l’emozione del primo periodo ma anzi, condividendo con loro moltissime avventure

Note negative:

  • Finale decisamente prevedibile, ma rimane pur sempre un film per bambini