The Academy: La serata degli Oscar 2020

Gli Academy con la loro preziosa statuetta d’oro è, senza ombra di dubbio, il premio più prestigioso al mondo per il panorama cinematografico che va a premiare i prodotti audiovisivi, a esclusione delle serie tv e dei videoclip, più meritevoli durante l’anno appena trascorso.  Ovviamente, come ogni anno, ci sono dei lungometraggi che pur meritandosi una nomination sono stati ignorati dalla manifestazione sfarzosa di Hollywood. Alcuni di questi sono: Il ritratto della giovane in fiamme, Diamanti Grezzi, Mindsommar oppure The Farewell o La ragazza d’autunno

La 92ª edizione degli Oscar si è tenuta, come da tradizione, ai Dolby Theatre di Los Angeles il 9 febbraio 2020 ( in Italia tra la notte del 9 e la mattina del 10 febbraio). Per il secondo anno consecutivo non c’è stato nessun presentatore ma abbiamo visto sul palco varie figure dello spettacolo, da Keanu Reeves a Natalie Portman, che hanno premiato i vincitori facendo prima un piccolo intervento. La trasmissione è stata trasmessa dall’ABC mentre in Italia era visibile su Sky oltre che, in versione gratuita, su Tv8.

Parasite oscar 2020

Lo spettacolo

La serata si è aperta con l’artista Janelle Monáe che ha cantato la sua canzone “Come Alive” andando però a modificare  Il verso «That’s when I come alive like a schizo running wild» che è diventato «It’s time to come alive because the Oscars is so white» che tradotto diventa «È ora di svegliarsi, perché gli Oscar sono troppo bianchi», ponendo l’accento sul bisogno di multirazzialità all’interno del festival in cui vanno spesso a vincere persone di colore bianco. Oltre alla critica razziale la cantante, grazie al corpo di ballo, è andata a omaggiare vari film dell’anno, compreso Mindsommar

Gli oscar del 2020 si dimostrano essere un semplice gala di abiti sgargianti e stravaganti di alta moda e di grandi star che si riuniscono in un singolo luogo per celebrare il grande cinema, ma la serata, rispetto all’edizione 2019, risulta essere più fiacca a causa di alcune esibizioni canore, come quella di Idina Menzel Performs con ‘Into the Unknown’ tratta da Fronzen II, che si è esibita insieme a un gruppo di cantanti provenienti da varie parti del mondo, che risulta essere una esibizione non pienamente riuscita, mente l’esibizione di Randy Newman Performs candidato all’oscar per la migliore canzone con Toy Story 4 ‘I Can’t Let You Throw Yourself Away” risulta essere priva di quella verve emozionale che un pezzo del genere dovrebbe donare al pubblico.

Non tutti i cantanti però hanno fatto una prova mediocre: Eminem con la sua esibizione, dopo una ampia sequenza che omaggiava il ruolo della canzone all’interno dei film rendendoli unici, ha cantato Lose yourself mettendo un pizzico di adrenalina nella serata.

billy ellish oscar 2020

Ottima è stata anche la performance di Billie Eilish che si è esibita in un memoriam con la canzone Yesterday dei Beatles, in una versione originale al pianoforte ( suonata dal fratello della cantante). Dietro le sue spalle, in un momento emozionale, sono scorse le immagini degli artisti che, durante l’ultimo anno, hanno abbandonato il nostro mondo. Da segnalare l’esibizione di Elton John ‘(I’m Gonna) Love Me Again” che ha vinto l’oscar per la migliore canzone e l’omaggio di Maestra Eimear che ha suonato con l’orchestra estratti delle colonne sonore candidate all’oscar 2020.

Oscars 2020 Elton John, Bernie Taupin win Best Original Song

Da segnalare Natalie Portman che nel suo abito ha inciso i nome di varie registe americane facendo una critica alla manifestazione che non aveva nemmeno una donna nominata alla regia nell’edizione 92. I nomi iscritti sull’abito sono quelli di:Céline Sciamma (Ritratto della giovane in fiamme),  Lorene Scafaria (Le ragazze di Wall Street – Business Is Business),  Marielle Heller (Un amico straordinario), Melina Matsoukas (Queen & Slim), Greta Gerwig (Piccole Donne), Alma Har’el (Honey Boy),  Mati Diop (Atlantics) e  Lulu Wang (The Farewell)

natalie-portman-critica-feminista-oscar-2020

Vincitori e delusi

La 92ª edizione degli Oscar passerà alla storia per aver ultra premiato il lungometraggio sud coreano Parasite, che diventa il primo film coreano a vincere una statuetta alla manifestazione Hollywoodiana. Nel film possiamo rintracciare anche un pezzetto d’Italia, essendo presente la canzone di Gianni Morando ” In ginocchio da Te”. Il film è stato applaudito con un’ampia standing ovation. La statuetta per la miglior regia è stata data al regista coreano dal grande cineasta Spike Lee.

parasite regista

Il regista Bong Joon Ho nel suo discorso per la miglior regia ha omaggiato Scorsese pronunciando tali parole:

Quando studiavo cinema ciò che più mi è rimasto nel cuore è la frase: più si è personali più si è creativi. E quella frase l’ha detta Scorsese che ho studiato a scuola. Ringrazio anche Quentin che ha sempre messo i miei film tra suoi preferiti

Joker è senza ombra di dubbio il deluso da questa manifestazione uscendo con sole due statuetta a carico di ben 11 nomination e perdendo ogni premio di rilievo tornando a casa solo con la vittoria come miglior colonna sonora e interpretazione maschile. L’attore vincitore dell’Oscar ha fatto un discorso alquanto critico sul senso sociale di vivere:

Dobbiamo lottare contro l’idea che una razza, un’idea sia dominante rispetto a qualcuno impunemente. Il dono più grande che mi ha dato il cinema è quello di poter dare voce a chi voce non ce l’ha. E’ arrivato il momento di iniziare a farci portavoce di altre cause. Ho fatto cose brutte nella vita, sono stato egoista, cattivo e crudele. Un collega difficile con cui lavorare. Molti di voi qui seduti in platea mi hanno dato una seconda possibilità  ed è lì che viene il meglio dell’umanità

cit. Joaquin Phoenix

Joaquin-Phoenix--oscar 2020

Il verdetto degli Academy 2020

Film d’animazione

Dov’è il mio corpo?
Klaus
Dragon Trainer – Il mondo nascosto
Toy Story 4
Missing Link

Attore non protagonista

Tom Hanks, Un amico straordinario
Anthony Hopkins, I due papi
Al Pacino, The Irishman
Joe Pesci, The Irishman
Brad Pitt, C’era una volta… a Hollywood

Attrice non protagonista

Laura Dern, Storia di un matrimonio
Scarlett Johansson, Jojo Rabbit
Margot Robbie, Bombshell
Kathy Bates, Richard Jewell
Florence Pugh, Piccole donne

Corto animato

Dcera
Hair Love 
Kitbull
Memorable
Sister

Sceneggiatura non originale

Jojo Rabbit
Joker
Piccole donne
The Irishman
I due papi

Sceneggiatura originale

C’era una volta… a Hollywood
Storia di un matrimonio
Parasite
Cena con delitto – Knives Out
1917

Cortometraggio

Brotherhood
Nefta Football Club
The Neighbor’s Window
Saria
A Sister

Scenografia

The Irishman
1917
C’era una volta… a Hollywood 
Parasite
Jojo Rabbit

Costumi

Joker
Piccole donne
C’era una volta… a Hollywood
The Irishman
Jojo Rabbit

Documentario

Made in USA – Una fabbrica in Ohio
The Cave
The Edge of Democracy
For Sama
Honeyland

Cortometraggio documentario

In the Absence
Learning to Skateboard in a Warzone (If You’re a Girl)
Life Overtakes Me
St. Louis Superman
Walk Run Cha-Cha

Montaggio sonoro

1917
Le Mans 66 – La grande sfida
Joker
C’era una volta… a Hollywood
Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Sonoro

1917 
Le Mans 66 – La grande sfida
Joker
C’era una volta… a Hollywood
Ad Astra

Fotografia

1917 
C’era una volta… a Hollywood
Joker
The Irishman
The Lighthouse

Montaggio

Le Mans 66 – La grande sfida
The Irishman
Parasite
Jojo Rabbit
Joker

Effetti speciali

Avengers: Endgame
The Irishman
Il re leone
1917
Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Trucco e acconciature

Bombshell
Joker
Judy
Maleficent – Signora del Male
1917

Film internazionale

Les Misérables (Francia)
Honeyland (Macedonia del Nord)
Corpus Christi (Polonia)
Parasite (Corea del Sud)
Dolor y Gloria (Spagna)

Colonna sonora

Joker
Piccole Donne
Storia di un matrimonio
1917
Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Canzone originale

“I’m Standing With You”, Atto di fede
“Into the Unknown”, Frozen II – Il segreto di Arendelle
“Stand Up”, Harriet
“(I’m Gonna) Love Me Again”, Rocketman
“I Can’t Let You Throw Yourself Away”, Toy Story 4

Regia

Martin Scorsese, The Irishman
Sam Mendes, 1917
Quentin Tarantino, C’era una volta… a Hollywood
Bong Joon Ho, Parasite
Todd Phillips, Joker

Attore protagonista

Joaquin Phoenix, Joker
Adam Driver, Storia di un matrimonio
Leonardo DiCaprio, C’era una volta… a Hollywood
Jonathan Pryce, I due papi
Antonio Banderas, Dolor y Gloria

Attrice protagonista

Scarlett Johansson, Storia di un matrimonio
Saorsie Ronan, Piccole donne
Charlize Theron, Bombshell
Renee Zellweger, Judy
Cynthia Erivo, Harriett

Miglior film

1917
The Irishman
Piccole donne
Jojo Rabbit
Joker
Storia di un matrimonio
C’era una volta… a Hollywood

Parasite 

Le Mans 66 – La grande sfida