It – Capitolo 2: Scheda Film

Titolo originale: It – Chapter 2

Anno: 2019

Paese: Stati Uniti d’America, Canada

Lingua: Inglese

Genere: Horror

CAST TECNICO

Regia: Andy Muschietti

Sceneggiatura: Gary Dauberman

Montaggio: Jason Ballantine

Dop: Checco Varese

Musica: Benjamin Wallfisch

Prodotto da: Roy Lee, Dan Lin, Barbara Muschietti

Casa di produzione: New Line Cinema, Vertigo Entertainment, Lin Pictures, KatzSmith Production

Durata: 2 hr 50 min (170 min)

Aspect Ractio: 2.39:1

CAST ARTISTICO

Jessica Chastain, James McAvoy, Bill Hader, Isaiah Mustafa, Jay Ryan, James Ransone, Andy Bean, Bill Skarsgård, Jaeden Martell, Wyatt Oleff, Jack Dylan Grazer, Finn Wolfhard, Sophia Lillis, Chosen Jacobs, Jeremy Ray Taylor, Teach Grant, Javier Botet, Xavier Dolan

IT – Capitolo 2: La recensione

Per ventisette anni vi ho sognato, vi ho desiderato, vi ho aspettato!

Cit. Pennywise (Bill Skarsgård)

Archiviato con successo il primo capitolo del 2017, giunge nel 2019, nelle sale di tutto il mondo, la seconda e ultima parte della trasposizione cinematografica del più famoso romanzo scritto da Stephen King, realizzato con un budget di ben 36 milioni di dollari dallo stesso team creativo del predecessore.

Ancora più che nel primo film, il regista Andy Muschietti decide di aderire con fedeltà filologica al romanzo di partenza, realizzato da Stephen King nel lontano 1986, per evitare contestazioni da parte degli ammiratori puristi della pagina scritta; ma se da un lato ciò gli ha permesso di riuscire a cogliere con buona capacità di adattamento l’anima del racconto e i mille riferimenti all’immaginario di genere, dall’altro ha fossilizzato l’intera pellicola su schemi di reiterazione narrativa fin troppo rigidi.

Trama

Sconfitto ma non eliminato definitivamente dal Club dei Perdenti, il maligno Pennywise (Bill Skarsgård), una creatura che assume le sembianze di un clown per avvicinare e uccidere i bambini, si ripresenta dopo ventisette anni nella cittadina provinciale di Derry per dare inizio a un nuovo ciclo di violenza.

Nel frattempo i Perdenti sono cresciuti, e ritornano a Derry per fare i conti con il proprio passato ed eliminare il mostro una volta per sempre.

It capitolo 2 scena film

Analisi Filmica

Ho visto tutti noi morire. Ci consuma da dentro, finché non ci rimane più scelta!

Cit. Beverly Marsh (Jessica Chastain)

Senza ombra di dubbio, l’aspetto migliore della pellicola è il suo cast. Gli interpreti scelti per rivestire i panni dei perdenti in età adulta non si limitano a regalare delle splendide performance (se ce lo si poteva aspettare da James McAvoy e Jessica Chastain, la vera rivelazione è Bill Hader nei panni di Richie, a cui viene messa in bocca la componente comica del film) ma lasciano di stucco soprattutto per quanto risultino azzeccati per l’effettiva somiglianza con le controparti giovanili, donando spessore e coerenza a un progetto ad elevato rischio di totale naufragio. Contrapposto a loro troviamo di nuovo l’ottimo Pennywise di Bill Skarsgård, che ancora una volta regge il confronto con il clown assassino interpretato magistralmente da Tim Curry nella miniserie-cult anni Novanta basata anch’essa sul romanzo.

Coadiuvato da notevoli effetti speciali, Muschietti asservisce la tecnica digitale al racconto, mettendo in scena un horror visivamente sontuoso e pieno di soluzioni di regia e montaggio che nobilitano l’atmosfera, alla quale contribuisce pure la bella colonna sonora di Benjamin Wallfisch, discepolo di Hans Zimmer non nuovo all’horror, avendo musicato con risultati considerevoli film come Annabelle e La cura dal benessere.

Pur essendo molto più fedele al libro del primo film, It – Capitolo Due ne perde per strada l’efficacia, e l’abuso di jumpscare, unito alla ripetitività delle situazioni moltiplicate per tutti i protagonisti, a lungo andare smorza l’impatto orrorifico di molte scene che con ben altra costruzione sarebbero state davvero terrificanti, al punto da rendere l’importante durata di quasi tre ore non sempre di facile sopportazione, soprattutto a metà film.

Il pagliaccio di It 2019

Al netto dei suoi grossi limiti narrativi, It – Capitolo Due è un film di fattura decisamente più rozza rispetto al suo prototipo, ma comunque molto più decoroso della media degli horror sfornati per le sale nell’ultimo trentennio, che vive di alcuni momenti molto buoni dal punto di vista del brivido e dell’emozione come di diverse cadute di stile che gli impediscono di essere qualcosa di più.

LATI POSITIVI

  • Andy Muschietti costruisce un horror dall’atmosfera sontuosa e visivamente efficace
  • Attori perfetti nel physique du role e nell’acting
  • La colonna sonora di Benjamin Wallfisch

LATI NEGATIVI

  • Troppi jumpscare
  • Narrazione ancorata a schemi ripetitivi
  • La durata di quasi tre ore è a tratti eccessiva